GRANDE FESTA DI CAPODANNO AL MOMUS THEATRE RESTAURANT e Cinque Giornate Lesbiche (Roma 2 - 6 giugno 2010)

Dopo la partecipatissima assemblea di ottobre vi aspettiamo, sempre alla Casa Internazionale delle Donne, per fare insieme il punto del percorso verso le Cinque Giornate Lesbiche.
Vi ricordiamo inoltre che sono ancora aperte le prenotazioni per la grande Festa di Capodanno (riservata alle donne) che contribuirà al finanziamento delle Cinque Giornate Lesbiche:
ROMA 31 dicembre: inizia il 2010 alla grande con le Cinque Giornate Lesbiche!
Una festa tutta tra donne, per conoscere, chiacchierare, ballare, divertirsi, festeggiare il nuovo anno e contribuire alla realizzazione delle Cinque Giornate Lesbiche:
GRANDE FESTA DI CAPODANNO AL MOMUS THEATRE RESTAURANT
Via del Gazometro 38 - http://www.momus.biz/

CENONE (anche vegetariano) + ANIMAZIONE + DISCOTECA con LIZA DJ
Tutto compreso Euro 60
Per informazioni e prenotazioni: capodanno@cinquegiornatelesbiche.org

Fallo sapere a tutte le tue amiche interessate a festeggiare insieme!
A presto e buone feste a tutte!
Coordinamento Cinque Giornate Lesbiche (Roma 2 - 6 giugno 2010)
http://www.cinquegiornatelesbiche.org/

PRIDE NAZIONALE 2010 A NAPOLI, EUROPRIDE 2011 ROMA

Comunicato stampa -
Arcilesbica -23 dicembre 2009
Pride 2010 a Napoli - Europride 2011 a Roma

Sabato 19 dicembre l'assemblea del movimento LGBTQ nazionale ha deciso di accettare la proposta di svolgere il Pride nazionale 2010 a Napoli nel prossimo Giugno. L’importanza della canditatura di Napoli è stata riconosciuta da tutte e tutti come un importante segnale da parte di una città da troppo tempo scenario di violenza, ma che vuole oggi proporsi come luogo di ribellione all'omofobia e alla transfobia dilaganti innanzitutto tra le sue strade.
Siamo inoltre certe che ospitare a Napoli un grande momento di lotta per i nostri diritti, quale è il Pride, darà forza e voce alle tante donne lesbiche del Sud che ancora oggi vivono in una drammatica condizione di clandestinità le proprie vite e le proprie relazioni e la cui ricattabilità sul mercato del lavoro sempre più escludente e precario è ulteriormente debilitante.
L'assemblea si è anche confrontata sulla delineazione di un "Sistema Pride" che raccordando il Napoli Pride 2010 con tutti gli altri Pride locali che si terranno nel paese, miri alla costruzione unitaria dell'evento internazionale EuroPride che si terrà a Roma nel 2011.
Infine le associazioni LGBT napoletane hanno invitato a febbraio il movimento LGBT a Napoli in una riunione generale ed organizzativa del Pride per costruire la piattaforma politica della manifestazione nazionale.
Giordana Curati, segreteria nazionale ArciLesbica
e-mail: ufficiostampa@arcilesbica.it Mobile: 327.324.31.01 www.arcilesbica.it


Comunicato stampa
movimento lgbt – lesbico, gay, bisessuale, transgender

Si è riunita l’assemblea del movimento lgbt che si ritroverà a febbraio a Napoli
Ieri si è svolta a Roma la riunione del movimento lgbt (lesbico, gay, bisessuale, trans gender) italiano, che ha affrontato la convocazione dei Pride per gli anni 2010 e 2011. All’incontro hanno partecipato le varie articolazioni e sensibilità del movimento che hanno espresso la volontà di costruire un percorso unitario di confronto sui contenuti alla base dei Pride dei prossimi due anni.
Per il 2010 è stata accolta la candidatura avanzata dalle associazioni lgbt napoletane di organizzare il Pride nazionale a Napoli, così come l’assemblea ha ritenuto importante sottolineare come tutti i Pride che si terranno in altre città nel 2010 faranno parte di un comune percorso preparatorio dell’EuroPride 2011 di Roma.
Un gruppo di lavoro preparerà l’incontro del movimento che si terrà a Napoli a febbraio 2010 dove saranno discussi i contenuti politici della stagione Pride 2010.
Il 19 dicembre 2009 si è svolta a Roma la riunione del movimento lgbt (lesbico, gay, bisessuale, transgender) italiano, che ha affrontato la convocazione dei Pride per gli anni 2010 e 2011.
All’incontro hanno partecipato le varie articolazioni e sensibilità del movimento che hanno espresso la volontà di costruire un percorso unitario di confronto sui contenuti alla base dei Pride dei prossimi due anni.
Per il 2010 è stata accolta la candidatura avanzata dalle associazioni lgbt napoletane di organizzare il Pride nazionale a Napoli, così come l’assemblea ha ritenuto importante sottolineare come tutti i Pride che si terranno in altre città nel 2010 faranno parte di un comune percorso preparatorio dell’EuroPride 2011 di Roma.
Un gruppo di lavoro preparerà l’incontro del movimento che si terrà a Napoli a febbraio 2010 dove saranno discussi i contenuti politici della stagione Pride 2010.
Il Pride nazionale di Napoli del 2010 seguirebbe di ben 14 anni l'unico evento precedente, che si svolse nella città partenopea il 29 giugno 1996.

Chi siamo e che cosa facciamo:


Mettiamo in gioco i nostri corpi - AMORI CONTRO L'OMOFOBIAFRANCESCO E RUDI

Noi mettiamo in gioco il nostro volto... Siamo rudi e Francesco. Insieme da più di tre anni. Innamorati come al primo dì. Conviventi a Lavis vicino Trento. Con famiglie consapevoli e felici della nostra relazione. Un amore sano e disinteressato. Un uomo di 50 anni e uno di 25. Uno del nord e uno del sud. Uno fiorista, l'altro attore teatrale. Vogliamo dimostrare di credere nell'amore che, se esiste, non ha nè età, nè sesso nè origini e distanze.

Grande successo di: "UNA VISITA INOPPORTUNA"

Grazie di cuore a tutt* per la meravigliosa serata di ieri.
Quest'anno di iniziative ne abbiamo fatte davvero molte, tante belle e partecipate, ma quella di ieri sera, sarà per noi indimenticabile.
Vedere il Teatro Camploy pieno di gente è stata per noi un'emozione unica.
Un ringraziamento speciale va senza dubbio al nostro Presidente MICHELE BREVEGLIERI, che in questi mesi si è veramente "sbattuto" per far riuscire lo spettacolo, facendo la spola fra un ufficio e l'altro del Comune, tenendo i rapporti con la Compagnia Teatrale, trattando con Siae e
burocrazia varia, senza poter godere del momento finale,
perchè assente per motivi di lavoro.
Grazie ai nostri ragazzi e ragazze di Arcigay e Arcilesbica per l'organizzazione, al Presidente del GASP, MAURO BEDIN per l'intervento di presentazione dell'associazione e alla Compagnia Teatrale "Double Face" con la regista Daniela e gli attori tutti per la splendida recitazione.
Un evento che è stato pubblicizzato solo grazie alle nostre forze con una quasi inesistente copertura mediatica.
Questo evento lo abbiamo voluto per il sostegno alla lotta contro l'HIV/AIDS e ci ha permmesso di presentare così in grande stile la nuova associazione GASP!Gruppo Salute e Prevenzione Aids! di Verona. Una realtà nata a fine Luglio 2009.
Grazie infine ai locali della comunità LGBT veronese, al Cassero di Bologna e chi ci ha sostenuto con le offerte prima e dopo lo spettacolo.
Offerte che ci permetteranno di cominciare a mettere in campo campagne e servizi di prevenzione ed informazione su HIV ed MTS.

Il Direttivo
del Comitato Provinciale
ARCIGAY PIANETA URANO VERONA

------------------------------------------
Ci hanno sostenuto:

Cassero Gay Lesbian Center - Bologna
(http://www.casserosalute.it)
Arcilesbica Juliette & Juliette - Verona
(http://arcilesbicaverona.blogspot.com)
Romeo's Club - Via Giolfino (Verona) - 3409660487
Café de la Gare - Viale Ungheria, 17
(Isola della Scala -VR) - 0456630702
Al Bracere - Via Adigetto 6/A (Verona) - 045597249
Luclà Café - Via Bentegodi, 4/A (Verona)
JBC Junior Buk Club - Via Fenilon, 103 (Verona) - 045952414
Art Café - Via Gaetano Trezza, 43/A (Verona)
H2O Tattoo&Piercing - Piazza Pozza, 5 (Verona) - 349.4693294
L'Eglise - Via Santa Felicita, 8 (Verona) - 3383907839

In occasione del 1°Dicembre Giornata Mondiale Contro L'AIDS La compagnia teatrale "Double Face" ha presentato "UNA VISITA INOPPORTUNA"di Copi - Regia Daniela Carli al TEATRO CAMPLOY .
Ingresso gratuito.Ultimo lavoro di Copi, fumettista, scrittore e drammaturgo gay morto di AIDS, messo in scena dalla compagnia teatrale "Double Face" .
In quest'opera autobiografica il protagonista, costretto in un letto di ospedale, tiranneggiato dalla sua infermiera, dalle nostalgiche attenzioni del vecchio amico, dal giovane giornalista, dal cinismo del professore dell'ospedale, mantiene uno sguardo ironico nei confronti della vita e delle relazioni umane. Tutto diventa teatro, anche la visita della morte, che riveste i panni di una pazza cantante lirica lobotomizzata: tutto si mescola in un gioco tragicamente umoristico e scoppiettante che riesce a trovare la forza della risata fino all'ultimo travestimento.
Le vostre generose offerte sono andate a favore dell'associazione di volontariato GASP! Gruppo Salute e Prevenzione AIDS.
trovi altre notizie sul sito di ARCIGAY Pianeta Urano
http://www.arcigayverona.org/sito/index.php?option=com_content&view=article&id=237:una-visita-inopportuna&catid=79&Itemid=154

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST


Per discutere con noi, dire la tua, ricevere nostri comunicati newsletter, sapere dove e quando ci sono le nostre iniziative, farci segnalazioni o altro...Per Iscriverti manda una mail vuota a:
arcigayverona-subscribe@arcigayverona.org seguendo tutte le istruzioni che ti verranno richieste.Oppure manda la richiesta a:
webmaster@arcigayverona.org

VERONA. BAR GAY SANZIONATO. IL TAR: PER I RUMORI Chiusura anticipata, i giudici danno ragione al Comune: «Nessuna discriminazione»

di Il Corriere del Veneto
VERONA — «La clientela era quasi esclusivamente di sesso maschile... (e) inoltre, per gli atteggiamenti osservati, il locale appariva assurto a luogo di ritrovo di una clientela omosessuale». Quel passaggio nelle annotazioni di servizio della polizia municipale aveva fatto sorgere un sospetto nei gestori del Luclà, un bar di via Bentegodi (vicino al parcheggio Arena). Ovvero, che l’ordinanza del sindaco Flavio Tosi che ne anticipava l’orario di chiusura dalle due a mezzanotte fosse anche motivata dallo scopo «di disperdere la clientela omosessuale, anziché tutelare la quiete pubblica asseritamente disturbata dal vocio degli avventori». Anche perché, in un altro passaggio del verbale, il comportamento degli astanti veniva definito «educato» e il loro tono di voce «normale », anche se «dato l’elevato numero dei presenti il disturbo al vicinato era notevole ». Ma i giudici della terza sezione del Tar del Veneto, che pure aveva concesso la sospensiva dell’ordinanza - mai quindi entrata in vigore - danno ora ragione al Comune.
In una sentenza depositata lo scorso 17 novembre, scrivono che quella deduzione appare «arbitraria» perché «l’ordinanza impugnata, e gli atti dell’istrutturia, a parte la frase sopra estrapolata (...) non contengono alcun riferimento all’'orientamento sessuale' della clientela ma si fondano (...) sul rilevante disturbo arrecato ai residenti». In altri passaggi della sentenza, definiscono misura «proporzionata e adeguata alle circostanze» il provvedimento di chiusura anticipata, emesso il 14 novembre 2007 e valido per 60 giorni. Questo perché era stato preceduto da sopralluoghi della Polizia municipale, intervenuta a seguito degli esposti di alcuni cittadini, che avevano accertato una «situazione di grave disturbo della quiete pubblica ». I vigili erano perfino saliti in un appartamento che si affaccia sull’ingresso del locale: «Nella camera da letto - si legge nel verbale - era assolutamente compromesso il riposo». Insomma, quell’ordinanza era semplicemente un provvedimento da ascrivere nell’elenco di quelli contro i cosiddetti «bar fracassoni», di cui si è tornato a parlare a gran voce in questi giorni, causa le proteste dei residenti di via Sole per il rumore delle osterie Carega e Le Piere. Senza nessuna discriminazione.
Il titolare del Luclà, Claudio Costantino, si chiede tuttavia ancora oggi il perché di quel riferimento all’orientamento sessuale della sua clientela. «Non credo che per altro locale avrebbero scritto che è frequentato da una clientela prevalentemente eterosessuale», spiega. In ogni caso, assicura di non aver più avuto notizia, da allora, di lamentele da parte del vicinato. «Io stesso sarei il primo ad intervenire quando dovesse esserci qualche cliente particolarmente esuberante», spiega. La sentenza non avrà effetti sull’orario di chiusura del suo locale, che potrà continuare a tenere aperto fino alle due. Fino a prossima ordinanza del Comune.
Alessio Corazza

COMPAGNIA DI TEATRO DELL’OPPRESSO LGBT di VERONA






GRAZIE A TUTTO IL PUBBLICO PRESENTE!
COMPAGNIA
L’ALTRA FACCIA DEL DADO
ha PRESENTATO:
FORUM PUBBLICO
Venerdì 20 Novembre ore 21 - presso il Centro Culturale via Mantovana, 66 (VR)
La compagnia di Teatro dell’Oppresso LGBT “L’ALTRA FACCIA DEL DADO” di Verona, HA presentato un forum pubblico Venerdì 20 Novembre ore 21 - presso il Centro Culturale via Mantovana, 66 (VR). Ringraziamo tutti della partecipazione.

Sono state presentate al pubblico delle scene di “oppressione” che hanno coinvolto persone omosessuali e trans ispirate a casi reali.
Il Teatro dell’Oppresso (TDO), è un teatro “interattivo” in cui il pubblico ha modo di entrare in scena e diventare parte attiva della storia rappresentata e quindi ha modo di interagire con gli altri attori nel “qui e ora “ dello spazio scenico.
Il TDO consente di affrontare le tematiche sociali di vario tipo, con un pubblico che partecipa alla scena portando il proprio contributo in termini di idee, proposte di cambiamento e di soluzione, rispetto a situazioni che altrimenti seguono i “copioni decisi da altri”, come spesso sono i “copioni della vita sociale”.
Con il TDO si affrontano gli stereotipi, i conflitti sociali, i pregiudizi palesi, ma anche quelli più sotterranei e soprattutto, le figure del “oppressore” e del “oppresso” nelle varie dimensioni della vita sociale.
Per qualsiasi informazione telefonare ad Ermanno Marogna conduttore del gruppo al nr. 349 4641139 o scrivere una mail a: ermannovr@yahoo.it

Rebis, liberi di essere liberi di amare, Accoglienza Cultura Diritti LGBT


Rebis, liberi di essere liberi di amare, Accoglienza Cultura Diritti LGBT


è un’associazione fondata nel 2009 all'interno della comunità LGBT veronese. Rebis nasce con l'intenzione di essere luogo di accoglienza e confronto e promuove attività culturali, d'incontro, ricreative, corsi e molto altro.
La sede Rebis si trova in stradone Santa Lucia 17-C a Verona.
Scarica il programma delle sessioni di psicodramma LGBT

Come arrivare in sede
Nell’associazione sono già presenti vari gruppi:

GRUPPO GIOVANI: Giovani veronesi e non, di età inferiore ai 27 anni.


LE DIVAGANTI: Gruppo donne

TELEFONO: Linea d’ascolto LGBT

CHI SIAMO


Siamo giovani e meno giovani, siamo donne e uomini, siamo bambini ed anziani.

Siamo operai, insegnanti, studenti, casalinghe, imprenditori, precari, disoccupati.

Siamo GAY LESBICHE BISEX TRANS con i loro amici e familiari.

siamo tanti ma siamo una sola comunità:

Il mondo LGBT!

GIOVED' 26 NOVEMBRE 2009 Quinto incontro Proiezione film Stonewall orario 20.30 - 22.30

Il prossimo incontro del gruppo studentesco (ma non solo per studenti) EGLBT = etero, gay, lesbo, bisex e trans sarà GIOVED' 26 NOVEMBRE 2009 Quinto incontro Proiezione film Stonewall orario 20.30 - 22.30
Questo sarà il quinto incontro del gruppo EGLBT (=etero,gay,lesbo,bisex e transgender) ... spero di vederti in tale occasione, intanto vi mando un forte abbraccio e vi auguro una buona giornata
Mattia
SEDE dell'incontro all'Art cafè per bere anche un aperitivo e stare in compagnia
art cafè (via trezza n. 43/A)
Spero di vedervi tutti!
Per ulteriori informazioni: eglbtvr@yahoo.it
Con la collaborazione dell'Università di Verona

INCONTRI DI PSICODRAMMA LGBT

Il gruppo Rebis, propone 3 incontri di psicodramma rivolti all’ambito LGBT (Lesbico – Gay – Bisessuale – Trans) e a persone vicine come genitori, fratelli e sorelle.
Gli incontri sono aperti anche a persone non LGBT, ma che hanno desiderio di misurarsi in un contesto in cui l’orientamento sessuale resta questione centrale pur non esclusiva.

Cos’è lo psicodramma?

Lo psicodramma è un modo di vivere e di essere nel gruppo tale da consentire ai partecipanti di esprimere, attraverso la messa in atto sulla scena, vari aspetti della propria vita e delle relazioni significative della propria esistenza.
Lo psicodramma consente di ri-vivere nel “qui e ora” scenico momenti del passato, del presente o del futuro (il futuro immaginato, desiderato o temuto), grazie alla “tecniche attive” che sono proprie dello psicodramma e grazie anche alla presenza dell’intero gruppo che sarà parte attiva nel corso degli incontri.
Lo psicodramma valorizza le relazioni tra i partecipanti e la spontaneità come modo per liberare la propria creatività e per sviluppare una maggiore armonia sia nel rapporto con sé stessi, che nel rapporto con gli altri.
Lo psicodramma è uno strumento per conoscere meglio sé stessi e gli altri.

Perché lo psicodramma LGBT?

Perché spesso le persone omosessuali, bisessuali e trans preferiscono spendersi in uno spazio “dedicato” che viene percepito più sicuro, protetto e facilitante data presenza di persone simili.
Inoltre perché non sono molte le occasioni in cui è possibile lavorare su di sé e in gruppo in contesti LGBT dedicati.

Calendario degli incontri 2009:

martedi 13 ottobre ore 21.00
martedi 10 novembre ore 21.00
martedi 22 dicembre ore 21.00

Gli incontri si tengono presso la sede Rebis di Verona – Stradone Santa Lucia nr. 17 C (a 300 metri dal cavalcavia di Viale Piave in direzione Mantova).

Gli incontri sono “aperti” nel senso che è possibile partecipare anche ad un solo incontro e comunque non è necessaria iscrizione; si raccomanda solo la puntualità.

Il conduttore degli incontri è Ermanno Marogna che da anni conduce gruppi di sviluppo e crescita in vari ambiti.

Per la partecipazione viene chiesto un contributo volontario per l’affitto della sede Rebis.

Per informazioni telefonare al nr. 349 4641139 o scrivere una mail ad ermannovr@yahoo.it

GIOVEDI' 24 SETTEMBRE ORE 21,30 titolo "BLACK AND WHITE PARTY ONLY FOR WOMEN"..

Questo invito è rivolto a tutte le donne che leggono questo blog!
Nuova inziativa di Art Cafè per la prossima stagione 2009-2010.
Valeria
ha deciso
di istituire
all'Art
una serata tutta al femminile. Questo un po' per creare una serata dedicata a tutte le donne, un po' per rispondere forse ad un'esigenza e un po' anche per creare un'opportunità in più per incontrarsi, conoscersi e ovviamente anche divertirsi.
La serata della settimana che ha scelto sarà il GIOVEDI'.
Ogni giovedì l'accesso all'Art Cafè sarà consentito solo al sesso femminile, quindi con una selezione all'ingresso proprio per garantire ciò di cui parlavo sopra. L'ambiente dell'Art, come sai, caldo ed accogliente col camino sempre acceso durante tutto l'inverno, credo possa diventare un buon punto di incontro prima e dopo cena.
Non mancheranno ovviamente giovedì dedicati a feste, musica, gustosi ed innovativi cocktails e magari anche qualche incontro culturale.
Art Cafè è presente su Facebook come "Art Cafè Bar" e sul sito http://www.artcafeverona.it/.
Tutte le donne che lo desiderano possono contattare su Facebook
Arcilesbica Verona Juliette Luigia-Rita
tramite richiesta di amicizia per poter così poi essere costantemente informate sulle varie serate del giovedì, e non solo molto di più, su argomenti verranno organizzati.
Il primo giovedì sarà un evento/festa di inaugurazione e si svolgerà GIOVEDI' 24 SETTEMBRE ORE 21,30 avrà come titolo "BLACK AND WHITE PARTY ONLY FOR WOMEN".
Maggiori informazioni saranno presenti sull'evento che verrà predisposto per tempo su Facebook.
Ti ringrazio fin da ora per quanto potrai far circolare quest'informazione
a presto

diventa socio arcilesbica

Si diventa socia dopo alcuni incontri con l'associazione. Si può mandare una e_mail a Pianeta Urano o Juliette & Juliette Verona in via Nichesola 9 San Michele Extra (VR). Contatti : 346.9790553 dalle 18 alle 22 (x maschi) 349.3134852 (x femmine) info@arcigayverona.org OPP. verona@arcilesbica.it






Visualizzazione ingrandita della mappa



Per diventare Socia è importante condividerne i valori espressi nello Statuto e sottoscrivere annualmente la tessera.



La tessera può essere sottoscritta



• presso la sede territoriale in Via Nichesola 9 San Michele Extra (Verona) negli orari degli incontri in sede :



[PROSSIMI APPUNTAMENTI]



• presso tutti i Circoli del territorio aderendo alle varie attività proposte o semplicemente richiedendola.



La tessera sottoscritta presso un Circolo rende il Socio appartenente a quel Circolo, consentendogli di votare in Assemblea e di godere dell´elettorato attivo e passivo nelle elezioni degli organismi dirigenti.



La tessera sottoscritta presso un Comitato territoriale dà diritto al Socio di partecipare al Congresso di quel Comitato, pubblicizzato secondo le norme previste dallo Statuto.



--------------------------------------------------------------------------------



I Soci ARCI, in qualunque luogo/circolo abbiano sottoscritto la tessera, hanno diritto a partecipare alle attivita´ e godere dei servizi messi in essere dai Circoli di tutto il territorio nazionale.



Le socie di Juliette, in qualunque luogo/circolo abbiano sottoscritto la tessera, (Arcigay o Arcilesbica di tutta Italia) hanno diritto a partecipare alle attivita´ e godere dei servizi messi in essere dalle associazioni Arcilesbica di tutto il territorio nazionale.



Le attività e i servizi resi ai Soci, in generale, non rivestono carattere commerciale ed esulano dall´applicazione dell´IVA e dell´IRPEG. Noi chiediamo una offerta libera per sostenere le spese del Centro (Affitto, cartoleria, telefono spese SIAE ecc. ). E' un' associazione che vive del volontariato dei soci e non fa nessuna attività di lucro. L´adesione all´ARCILESBICA ha la durata di un anno solare, come la tessera (mentre l'adesione all'ARCIGAY ha ha la durata di un anno dalla data dell'attivazione della tessera).



Arcilesbica ed Arcigay è presente su tutto il territorio nazionale per mezzo di circoli, associazioni territoriali o comitati provinciali (Arcigay) costituiti da persone che assieme vogliono promuovere una attività culturale, solidaristica, ricreativa, senza alcun fine di lucro.



Noi come Associazione Juliette & Juliette (VR) abbiamo uno statuto che rappresenta l'insieme delle norme che i soci sono tenuti a rispettare e siamo affiliate all'ARCILESBICA Nazionale, nel cui statuto l'associazione si riconosce. I soci dell'Associazione in assemblea hanno nominato un direttivo che predispone ed applica il programma e un presidente che rappresenta legalmente l'Associazione stessa; l'assemblea deve pronunciarsi su attività ed iniziative proposte dal direttivo e lavorare per la loro promozione; ogni anno approva il bilancio. L'attività dell' assemblea deve riconoscersi nelle linee guida dello statuto nazionale ARCILESBICA, deve essere senza scopo di lucro e deve svilupparsi e crescere con la partecipazione di tutti gli iscritti.



Aderire all'ARCILESBICA vuol dire entrare nella più grande rete associativa nazionale di donne lesbiche, di cultura, di impegno civile, di progettualità e di promozione sociale.



---------------------------------------------------------------------









La tessera vale un anno solare e viene rilasciata con non più di 4-5 visite (circa) in associazione. Il direttivo si riserva di non rilasciarla qualora la persona richiedente non risulti idonea.









L'associazione Juliette & Juliette fa parte del circuito nazionale ArciLesbica.









Di seguito è possibile visualizzare le tipologie di convenzioni di cui possono usufruire i possessori della tessera di socia/o :









clicca sull'immagine per ingrandirla.











clicca qui per entrare nel sito del comitato provinciale di Verona ARCI e vedere le convenzioni 2010

Un nastro nero in segno di lutto per non lasciare soli gli amici dell'associazione LGBT "Agudah" di Tel Aviv

Si è svolto il DEBUTTO DELLA COMPAGNIA L’ALTRA FACCIA DEL DADO AL GAY VILLAGE DI PADOVA LUNEDI 3 AGOSTO 2009 – ORE 21.00 .al quale hanno partecipato molte persone. Ringraziamo tutti per la partecipazione ed anticipiamo che si svolgerà un altro spettacolo a Novembre nella nostra città a Verona. Teletevi informati!
Nei giorni precedenti , a Tel Aviv c'è stato un gravissimo attentato subito sabato 1 Agosto 2009.
Un modo significativo per manifestare la nostra solidarietà è stato messo in atto con l'iniziativa promossa da Arcigay ed Arcilesbica di Verona che ha distribuito agli spettatori volantini con la notizia e la solidarietà promossa dalle associazioni di VR e nastrini neri da allacciare al polso in segno di lutto per il gravissimo attentato subito.
Ci sentiamo vicini nel profondo dolore che ha colpito tutta la Comunità LGBT israeliana e di Tel Aviv in particolare, per la morte di due giovani e per tutti i feriti.



dal 10 al 18 luglio 2009

Venerdi 10 Luglio 2009 ore 20.
Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village.
ore 22. palco interno
Inaugurazione e presentazione del Padova Pride Village: fino al 30 agosto ogni sera per voi Presentano la serata Miss Linda e Mr. Leo. Con la partecipazione di Miss Kelly Minogue e La Ciana.
Intermezzi del Principe Maurice e Nanà!
Ospite canoro : NOEMI di X-FACTOR!!!!
A seguire Musica dei nostri resident deejays : Jack, Claudio, Max e Fabio

Sabato 11 Luglio 2009 ore 20
Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village.resident DeeJay: Claudio Melani
Animation : Miss Linda e il Village People ore 24 palco interno
BLOCK ANIMATION NIGHT
Domenica 12 Luglio 2009 ore 20. Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village.resident DeeJay: Fabio Doppiozero ore 22. palco esterno
Miss Linda e i suoi amici vi intrattengono come nelle mitiche serate del Flexo
Lunedi 13 Luglio 2009 ore 20. Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village. resident DeeJay: Jack DJ
Animation: Miss Linda, Miss Kelly Minogue e La Ciana. ore 22 palco esterno
partono le serate Padova Live Village . La musica live del Village
Stasera: IPNODELICA LIVE BAND
Martedi 14 Luglio 2009 ore 20. Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village.resident DeeJay: Max Biker
Animation : Miss Kelly Minogue e La Ciana. ore 22 palco esterno
Serata Padova Village sul divano: Le interviste a ospiti con dibattiti e interventi del pubblico. ospite: On.Franco Grillini
Mercoledi 15 Luglio 2009 ore 20. Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village. resident DeeJay: Claudio Melani
Animation: Mr. Leo, Miss Kelly Minogue e La Ciana. ore 22 palco interno
Tornano al Village Le Bambole con uno spettacolo in esclusiva!
Giovedi 16 Luglio 2009 ore 20. Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village.resident DeeJay: Fabio Doppiozero
Animation: Miss Linda, Mr. Leo, Miss Kelly Minogue e La Ciana. ore 22 palco interno
Musical Village! Stasera “Rocky Horror Picture Show!!”
il pubblico è invitato a intervenire durante lo spettacolo

Venerdi 17 Luglio 2009 ore 20. Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village. resident DeeJay: Max Biker
Animation:Miss Linda ore 22 palco interno
Disco Music Village con Wendy Lewis
Sabato 18 Luglio 2009 ore 20. Dal cancello E della Fiera di Padova: apre il Padova Pride Village.resident DeeJay: Fabio Doppiozero
Animation: Miss Linda ore 22 tutto il Village in:
United Bears animation Night: la più grande festa bears d'italia e dintorni

VENERDI 19 GIUGNO ORE 23 FESTA GAYA


Ciaa a tutt* VENERDI FESTA GAYA APERTA A GAY E LESBICHE A VILLA BOSCHI DI ISOLA DELLA SCALA.
Si trova prima di entrare nel paese alla rotonda tenere la sinistra e poi a destra.
QUESTA FESTA E' ORGANIZZATA DA due RAGAZZI GAY CHE HANNO BAR A ISOLA . Siamo andate ieri sera a conoscerli nel loro bar . Sono stati squisiti e gentili come solo i ragazzi gay sanno essere!
Spero di vedervi numerosi.
Bacio Daniela

sabato 20 giugno a La Porta

Ciao a tutte!!
Vi aspettiamo per la Festa del solstizio :-) sabato 20 giugno a La Porta
Tutte le info sul volantino qui sotto( clicca sopra il volantino per ingrandirlo!


"Due Regine e Due Re"

Comunicato stampa - ArciLesbica
22 maggio 2009
Educare bambini e adolescenti è una responsabilità di tutti
La conferenza stampa indetta dal Comitato Genova Pride 2009 oggi alle 11.30 presso la sede della Regione Liguria si è appena conclusa con una querela al Consigliere Regionale del PdL Nicola Abbundo poichè le sue affermazioni riguardo alla diffusione di materiali pedopornografici non corrispondono al vero e risultano diffamanti rispetto al Comitato Genova Pride ed alle attività che svolge.
Francesca Polo, presidente di ArciLesbica Nazionale, ribadisce che l’iniziativa “Due Regine Due Re”, che ha avuto luogo sabato 16 maggio 2009 presso la Biblioteca Internazionale De Amicis di Genova, è stata un’iniziativa dedicata alla letteratura LGBT per l’infanzia e l’adolescenza e rivolta a tutti coloro che si occupano di bambini e ragazzi, quindi rivolta a genitori, insegnanti, educatori, librai. I bambini e i ragazzi sono i destinatari, invece, dei libri segnalati nelle due bilbliografie “Diversamente libri”, romanzi e libri illustrati che presentano l’omosessualità e la transessualità come “modi diversi di essere normali”.
Ricordiamo, infatti, che la più diffusa forma di discriminazione che subiscono ancora oggi i/le giovani gay-lesbiche-trans è quella di ritenersi “unici/he al mondo”, di vivere in solitudine e senza punti di riferimento. Noi crediamo che i bambini e gli adolescenti abbiano il diritto di crescere sereni e liberi dai pregiudizi per poter diventare degli adulti sani e consapevoli di tutte le scelte della propria vita. E per far questo abbiano bisogno di adulti (genitori, parenti, insegnanti, allenatori) che, invece di obbligarli a vie precostituite, con cura e attenzione offrano loro tutti gli strumenti possibili per conoscersi meglio.Le dichiarazioni del Consigliere Regionale Nicola Abbundo e degli altri amministratrori locali del centrodestra sono esternazioni non veritiere, lesive dell'immagine delle associazioni organizzatrici, e che dimostrano l'ignoranza e l'impreparazione umana e culturale di alcuni politici ad amministrare la cosa pubblica.
Ma non solo, Arcilesbica è convinta che questa azione censoria sia una polemica mediatica costruita ad arte in vista delle prossime elezioni europee e amministrative. Questa non è cultura. Questo si chiama terrorismo, disinformazione. Il pregiudizio e l'ignoranza sono piaghe che possono essere debellate. Con gli adulti ci stiamo provando da anni, e da sole/i.

Con i bambini e gli adolescenti è una responsabilità di tutti!

Francesca Polo

Presidente Nazionale ArciLesbica


________________________________


Les4Pride
Coordinamento
Donne Lesbiche
Genova, 20 Maggio 2009
Il Coordinamento Donne Lesbiche Genova esprime tutta la sua solidarietà al Comitato Pride, al Direttore Francesco Langella e alla Biblioteca De Amicis così ferocemente e ottusamente attaccati per la pregevole iniziativa "Due Regine e Due Re" svoltasi sabato 16 maggio 2009.
In un clima di preoccupante recrudescenza omofobica e discriminatoria nei confronti di tutte le diversità, sentiamo forte e improrogabile una presa di posizione coesa di tutte le associazioni e i gruppi del movimento glbt e di tutta la comunità, cittadini e cittadine, che credono nella libertà e nel rispetto come valori fondanti di una società civile e laica. Invitiamo tutte le associazioni genovesi glbt e non, a dare un segnale chiaro a chi vorrebbe imporre un unico modello di riferimento (bianco, cattolico, eterosessuale) sostenendo le iniziative del Comitato Genova Pride con la partecipazione attiva e chiediamo la massima diffusione delle informazioni anche ai contatti di associazioni di altre città, perché non si
tratta di un affaire genovese, ma di una questione nazionale che sta riportando l'Italia alla
preistoria della democrazia.
Riteniamo che educare i bambini di oggi, che saranno la società di domani, alla conoscenza e al rispetto di tutte le diversità sia un atto di estrema responsabilità da parte degli adulti. E' innegabile che il disagio giovanile oggi sia quanto mai evidente e scaturisce da un vuoto interiore assordante, dall'incapacità di vivere la propria individualità e quindi diversità perché l'accettazione sociale richiede omologazione, perché si è persa la capacità di ascolto e la capacità di riconoscersi come esseri umani. Perché dobbiamo essere bombardati fin dalla più tenera età da una cultura eterosessista, patriarcale e maschilista che ci induce a pensare che tutto ciò che è diverso è sbagliato? Perché dobbiamo assistere silenziosamente e quotidianamente a episodi di razzismo omofobico?
I pregiudizi che portano ragazzi e ragazze a essere crudeli con coetanei bollati come diversi non sono innati, ma vengono insegnati. Ed è grazie a iniziative come quella di sabato scorso che forse si può evitare l'inoculazione del pregiudizio e si può pensare di costruire una società migliore. La conoscenza è l'arma più potente contro chi si erge a giudice e censore. Auspichiamo la nascita di una rete di contatti tra tutte le associazioni sensibili a valori come libertà, solidarietà, rispetto affinché si possa costruire insieme un argine efficace alle dilaganti varie fobie italiane e affinché si arrivi al Pride del 27 giugno con la massima partecipazione possibile.
Coordinamento Donne Lesbiche Genova
E-mail: les4pride@gmail.com

PRIDE 2009 'L'amore non e' mai sbagliato'


Comunicato stampa - ArciLesbica
26 maggio 2009
C'e' bisogno di portare la forza del Pride nelle tante città italiane soffocate dal perbenismo, per questo sosteniamo con forza l'idea dei Pride nazionali itineranti, per dire ogni anno in una città diversa che 'L'amore non e' mai sbagliato'. L'associazione nazionale ArciLesbica quest'anno ha aderito al Pride nazionale di Genova e ha contribuito a promuoverlo. Enorme importanza hanno anche i Pride locali che tengono viva in tutto il paese la domanda di liberta' e diritti delle persone lgbt. I circoli ArciLesbica sono impegnati ad aderire e contribuire ai pride del proprio territorio: Torino, Napoli, Roma, Catania e tutte le manifestazioni che punteggiano il giugno del quarantennale di Stonewall. Denunciamo le ignobili motivazioni clericali che anche quest’anno hanno portato il Comune di Roma a negare Piazza San Giovanni per la conclusione del Roma Pride 2009 ed esprimiamo la nostra sentita solidarietà al Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli di Roma.

Francesca Polo

Presidente Nazionale ArciLesbica
Ufficio Stampa ArciLesbica e-mail: ufficiostampa@arcilesbica.it

Mobile: 327.324.31.01 http://www.arcilesbica.it/

Egr. Presidente, cari amici. In questi giorni ci ho molto pensato se scrivervi o no, ma è con il cuore..

Dopo tanto lavoro gratuito ed volontariato ecco la migliore riconpensa che potessi mai avere; quella che mi rende felice.
Qui a Verona stiamo lavorando molto sia lesbiche che gay e ci sono momenti di gioia come la vittoria nel dibattito con i sacerdoti al teatro Salieri con i 600 ragazzi del liceo, e momenti di stanchezza!
Oggi però ho ricevuto una lettera che condivido con voi e che mi riempie di gioia e mi appaga del lavoro fatto:
Egr. Presidente, cari amici
In questi giorni ci ho molto pensato se scrivervi o no,anche perchè non mi capita spesso di farlo. Ma è con il cuore che lo faccio.
Mi chiamo Romeo, ho XX anni e sono una guardia di sicurezza privata. Ho lavorato spesso al servizio di uomini e politici importanti, sono stato in Iraq e in altre missioni all'estero, sempre per privati. Sono istruttore di diverse discipline marziali. Un vero maschione direbbero molti, ma non sanno che sono gay. E' da poco che riesco a pronunciare la parola gay riguardo me stesso, ci ho messo anni ma alla fine ci sono riuscito. Volevo ringraziarvi perchè domenica mentre ero seduto allo stadio Bentegodi, ho sentito l'annuncio contro l'omofobia, che è passato anche sul megaschermo.
Nei giorni scorsi ho sentito che tv e giornali parlavano di questa cosa con l'Hellas. In quel momento mi sono commosso e ho sentito che c'è qualcuno che lavora e lotta anche per me e per la mia felicità. Grazie ragazzi!
Siete grandi! Grazie di esserci!

servizio di counseling via web rivolto a gay – lesbiche – trans – genitori

Informo che ho attivato un servizio di counseling via web (tramite messenger) rivolto a gay, lesbiche, transessuali e genitori, per consentire a chi abita lontano da Verona, di poter usufruire di questo servizio. Per maggiori informazioni, invito a consultare la pagina“counseling via web” sul sito http://www.sostegnogay.it/
Chiedo gentilmente di segnalare la notizia a chiunque possa essere interessato.
Grazie per la collaborazione.
Ermanno Marogna - Counselor
Studio Sostegnogay Via Santa Felicita 9 - Verona
http://www.sostegnogay.it/
TEATRO DELL’OPPRESSO LGBT
RICERCA DI ATTORI – PRESENTAZIONE PROGETTO
VENERDI 12 GIUGNO 2009 – ORE 21.00
Si cercano attori per costituire un gruppo che avrà lo scopo di trattare le tematiche LGBT (lesbiche – gay – bisessuale – trans) in contesti pubblici con lo strumento “interattivo” del TDO (teatro dell’oppresso), che prevede la possibilità da parte del pubblico di entrare in scena per “dialogare” ed “interagire” con gli altri attori.
Il TDO consente di affrontare le tematiche sociali di vario tipo, con un pubblico che partecipa alla rappresentazione e che diventa parte attiva della storia rappresentata, portando il proprio contributo in termini di idee, proposte di cambiamento – il tutto tramite l’azione scenica - rispetto a situazioni che altrimenti seguono il “copioni decisi da altri”, come spesso sono i “copioni della vita sociale”.
E’ un tipo di teatro con cui è possibile trattare un conflitto sociale, un disagio collettivo e che può essere utilizzato sia con il piccolo e medio pubblico, sia con il grande; quindi può essere utilizzato nelle scuole, nelle associazioni, nelle piazze e dove possa essere richiesto.
Quello che rende questa modalità interessante, è che il pubblico diventa parte attiva (non passiva come solitamente è nel teatro tradizionale), ed ha modo di dare il proprio contributo nello svolgimento della scena promuovendo la consapevolezza che è possibile introdurre dei cambiamenti in qualcosa che succede attorno a noi (o almeno tentare).
Per fare l’attore del TDO, non è necessario saper recitare, ma “saper stare” in una situazione conflittuale e quindi interagire con gli altri attori e con gli attori-pubblico.
Con il TDO si affrontano gli stereotipi, i conflitti sociali, i pregiudizi palesi ma anche quelli più sotterranei e soprattutto, le figure del “oppressore” e del “oppresso” nelle varie dimensioni della vita sociale.
Si ricercano 12-13 persone interessate a costituire questo gruppo per poi portare i forum di TDO a tematica LGBT, dove è possibile.
Il conduttore sarà Ermanno Maronga che da vari anni segue esperienze di TDO e di psicodramma e gestisce gruppi LGBT in vari ambiti con la metodologia attiva.
Alla presentazione del 12 giugno verrà spiegato nel dettaglio il metodo del TDO le finalità di massima del progetto ed insieme sarà possibile individuare altri impieghi, possibilità e definire finalità più precise.
Luogo dell’incontro è il “Centro culturale 6 maggio 1848 – Via Mantovana, 66 a Verona.

“OMOFOBIA TRA DESIDERI E TIMORI, BISOGNI E DIVIETI, LUCI E OMBRE”

WORKSHOP
DOMENICA 07 GIUGNO 2009

Per omofobia si intende: “Insieme di emozioni e sentimenti come ansia, disgusto, avversione, paura e disagio che taluni provano in maniera conscia o inconscia nei confronti di gay e lesbiche”. L’omofobia pertanto riguarda atteggiamenti, pensieri, vissuti ed azioni di non accettazione e comunque di critica e di condanna verso l’omosessualità. L’omofobia si esprime talvolta in modo manifesto con episodi di intolleranza, emarginazione e aggressioni di persone omosessuali, mentre altre volte in modo non manifesto tramite il negare la situazione, il far finta di niente, l’ignorare, ecc. Tutto questo impatta pesantemente sulle singole persone, coppie, famiglie, gruppi LGBT, che non si vedono riconosciuti, accettati e che spesso si trovano vittime di discriminazioni, intolleranze, con tutto quello che implica. Un elemento di ulteriore importanza, è dato dalla cosiddetta “omofobia interiorizzata”, fenomeno per cui è la stessa persona omosessuale che “introietta” (fa propria in modo consapevole o non consapevole) l’omofobia con comprensibili disagi, conflitti, vissuti di negazione del sé, ecc. Per la persona omosessuale l’omofobia interiorizzata, è come portare dentro di sé il “proprio nemico”.
Il workshop ha lo scopo di portare i partecipanti a misurarsi sulla percezione che hanno dell’omofobia sia come “fenomeno sociale”, sia come “fenomeno personale” e anche misurarsi con quella che per ognuno può essere una forma di omofobia interiorizzata.
La modalità del workshop è esperienziale, per cui attiva e partecipata che passa attraverso lo scambio, la condivisione, il racconto e l’ascolto e la libera espressioni di sé tramite il movimento e l’azione.
Il conduttore dell’esperienza è Ermanno Marogna che da anni si occupa di sostegno e aiuto tramite il counseling a gay lesbiche e trans, ma anche a persone vicine come genitori, parenti e amici.

L’incontro si tiene c/o Metis Africa, in Via Santa Felicita 9 (zona Ponte Pietra) a Verona.
Orario: Mattino: 10.00 – 13.00 e Pomeriggio: 14.30 – 17.30
Partecipanti: minimo 10 e massimo 16 persone.
Per la partecipazione all’intera giornata verrà richiesto un contributo di € 25,00
Per informazioni e/o per adesioni telefonare ad Ermanno Marogna 349 4641139 oppure scrivere a info@sostegnogay.it – ermannovr@yahoo.it

Aggressione omofoba e sessista presso la sede del Partito della Rifondazione Comunista

Questa sera si è verificato un altro, grave episodio di violenza di matrice politica, il secondo in pochi giorni in città. A farne le spese è stata in questo caso una giovane attivista del tavolo LGBTQ* (lesbico gay bisessualetrans queer) di Trento, del collettivo femminista deGenere,Trento Anomala ed iscritta e candidata alle elezioni comunali e provinciali con Rifondazione. La compagna si trovava da sola presso la sede del circolo del PRC di Trento, in via Santa Margherita, in pieno centro storico,quando ha sentito dalla strada pronunciare la parola:"Froci" e sputare all'indirizzo della sede. Affacciandosi si è trovata di fronte due giovani,all'apparenza più o meno ventenni. Uno dei due,vedendola, le ha gridato: "Troia", tentando con forza di entrare nella sede. La compagna ha opposto resistenza, cercando di chiudere la porta di ingresso, che affaccia direttamente sulla strada. La violenza dell'aggressore le ha causato una lesione alla spalla ed al braccio. Dopo aver minacciato di chiamare la polizia, è finalmente riuscita a far allontanare i due ed ora sporgerà querela contro ignoti. Negli ultimi tempi la sede del PRC è spesso stata usata dal tavolo LGBTQ* per tenervi le riunioni organizzative del festival lesbico, gay, trans, bisessuale, e queer "Universinversi", che avrà inizio il 15 maggio: dunque quanto accaduto non è casuale e riteniamo sia da ricondurre alla matrice culturale di stampo fascista che fomenta e legittima odio contro donne, gay, lesbiche, transe migranti ed in generale soggetti politici di sinistra ed antifascisti. Si tratta di un episodio di violenza ed aggressione di stampo politico, ancora una volta testimone di un clima politico allarmante, in cui i toni e le pratiche ricordano sempre più da vicino i tempi bui dello squadrismo fascista,.

TERREMOTO IN ABRUZZO: Arcilesbica ed Arcigay Verona stanno organizzando una grigliata e l'incasso verrà devoluto all'Abruzzo

TERREMOTO IN ABRUZZO:
Domenica 14 giugno 2009 tutto il giorno a Forte Gisella
Per una raccolta soldi per l'Abruzzo promossa da Arcilesbica, Arcigay VR tramite una grigliata. L'incasso verrà devoluto direttamente a responsabili di associazioni di volontariato dell'Abruzzo colpiti dal terremoto. Loro stessi verranno a prendere i soldi senza intermediari!
Abbiamo pensato che attraverso una grigliata di una domenica di Giugno al Forte Gisella sia un modo simpatico ma fruttifero

per raccogliere fondi da inviare direttamente all'associazione dell'Aquila (A Carla Liberatore ).
NB: se domenica 14 piove la grigliata verrà spostata a domenica 21 giugno. Nel tentativo di essere anche noi strumento di solidarietà per chi in queste ore sta cercando di affrontare una difficile e drammatica emergenza auguro a tutti una vita serena ed una domenica al Forte divertente.
Raggiungici e troverai rinfresco con dolci, bevande ed un ricco buffet, ampie zone pic-nic nel verde e fuori dal traffico, grande area attrezzata con stand gastronomico; statale per Villafranca, a 1 km da santa Lucia, Verona.

Noi andiamo! Andiamo insieme il 9 maggio ed il 16 maggio ??



Noi andiamo e tu?
facciamo un gruppo di macchine ed andiamo insieme??
Non so come ringraziarvi per quante eravate ne sono stata felice spero di potervi vedere il 9 e 16 maggio.
LA STAGIONE ALL'ATMOSPHERA FINISCE IL 16 MAGGIO.
MI FAREBBE PIACERE RIVEDERVI TUTTE!CIAO A PRESTO..
Sabato 9 Maggio all'ATMOSPHERA disco club ..... FESTA DELLA BIRRA- CON LO SPETTACOLO DI LORENZO MONTANARI , inizio serata ore 23:00.
Sabato 16 Maggio : INCONTRO AL BUIO.....CON LA CACCIA AL TESORO: IN PALIO UN COLLIER D'ORO.... musica dance - hause. DJ MAGRILLO BITT. inizio serata ore 23:00 . CHIUSURA DELLA STAGIONE ESTIVA..
GRAZIE A TUTTI PER AVERMI DATO FIDUCIA IN QUESTI TRE MESI DI INIZIATIVE .
STEFANIA
PER INFO: 333-8319318.

NICOLA E' OGNUNO DI NOI - MANIFESTAZIONE


Alle cittadine e ai cittadini veronesi, alle ragazze
e ai ragazzi, alle migranti e ai migranti, i nuovi cittadini che
conoscono bene parole come intolleranza e razzismo, alle tante realtà
formali ed informali: ritroviamoci in piazza a manifestare contro la
violenza fascista che un anno fa ha stroncato la vita di Nicola Tommasoli
PER NON DIMENTICARE
VERONA - VENERDI' 1 MAGGIO 2009
Piazza Santa Toscana Verona - ore 14.00 (quartiere Veronetta, vicino alla stazione di Porta Vescovo)
Partenza corteo ore 15.00
Arrivo in piazzetta Nicola Tommasoli (Porta Leoni)
-------------------------
Assemblea Cittadina 17 maggio 2008
http://verona17maggio.noblogs.org/

CIRCOLO PINK VERONA - 25 APRILE 2009 PIAZZA BRA ORE 18.15

CIRCOLO PINK VERONA
64° anniversario della liberazione dal nazi-fascismo
Il 25 aprile è la festa della Liberazione
Chi ci ha regalato la libertà sta scomparendo ma i valori di quella lotta devono resistere.
Laicità, solidarietà, condivisione, diversità come ricchezza, partecipazione.
Se vogliono farci credere che sono solo parole, riducendo la nostra vita a mera sopravvivenza
o alla guerra fra poveri, reinventiamoci, ogni giorno, il 25 aprile.
Torniamo alle pratiche libere e creative di chi, paziente, tenta nuove rotte per trovare nuovi approdi.
E facciamo festa.
Sabato 25 aprile 2009 - Piazza_Bra_ore_18.15
Manifestazione in ricordo di tutte le vittime dei campi di concentramento
nazisti.La commemorazione si fa davanti al monumento che ricorda tutti i lager.
Tutta la cittadinanza è invitata.
Venerdì 24 aprile spazio all’ultima inaugurazione di A Memoria d’Arte, collettiva organizzata dal Circolo Pink di Verona in nove spazi cittadini e dedicata al 25 aprile, Festa della Liberazione nazionale dal regime nazi-fascista.

Un giorno prima dell’anniversario del 64° della Liberazione, A Memoria d’Arte fa tappa proprio al Pink, dove si esibirà anche il Quartetto di fisarmonica Ancia Libera. Alle ore 19, inaugura l’esposizione che vede coinvolto il padrino dell’iniziativa, l’ex partigiano nonagenario Vittore Bocchetta, gli scatti del partigiano Migaldi Tonino (deceduto), i lavori cromatici di sua figlia, Migaldi Daniela, e i bassorilievi di Bressan Massimo e Perezzani Ivan.
ore 19.00 inaugurazione con Bouffet e cena
ore 19.45 incontro con l'artista poeta Vittore Bocchetta, con proiezione video "Non dimenticare" di Vittore Bocchetta
ore 21.00 seguirà intrattenimento musicale con quartetto di fisarmonica "AnciaLibera"

Omosessualità e transessualità, il Circolo Pink e la curia veronese ne parlano all'Istituto Cotta di Legnago.

comunicato stampa
Cosa avranno mai da dire sull'argomento il vescovo Zenti e don Fasani?
Il circolo Pink di Verona è stato invitato dall'istituto G. Cotta di Legnago a partecipare a un incontro-assemblea con studenti e studentesse sul tema omosessualità/transessualità. Il Pink ha partecipato molte volte a incontri nelle varie scuole veronesi, fin qui nulla di strano. Il tema dell'omosessualità affrontato nei suoi vari aspetti ha da sempre avuto molto successo. La novità in questo caso è la controparte scelta dalla scuola per discutere con il circolo Pink: il vescovo di Verona mons. Giuseppe Zenti e don Bruno Fasani.
La scelta fatta ci ha stupito da subito, è la prima volta che ci ritroviamo una controparte religiosa in una assemblea di studenti che affronta il tema dell'omosessualità. Ci chiediamo francamente cosa abbiano da dire i due religiosi, e perché siano stati scelti dalla scuola, dato che la chiesa cattolica, a parte qualche sacerdote "illuminato", ha posizioni omofobe per quanto riguarda l'essere gay, lesbica e trans. Conosciamo perfettamente il loro pensiero e riteniamo che non abbiano nulla di positivo da aggiungere, se non ribadire quanto per secoli hanno diffuso.
Ci auguriamo comunque che il confronto con la scuola possa essere sereno e costruttivo.Le due assemblee organizzate al teatro Salieri di Legnago e al cinema Salus, sempre a Legnago,
saranno precedute dalla proiezione del film "Una giornata particolare" di Ettore Scola.
L'appuntamento è per lunedì 27 Aprile p.v. dalle ore 9.40 alle ore 12.30.
Il Circolo Pink di Verona

ROMEO WAS STRAIGHT


ARCIGAY PIANETA URANO VERONA

e Gruppo REBIS

Presentano

ROMEO WAS STRAIGHT

(Romeo era etero)

VENERDI' 3 APRILE 2009

al ROMEOS Club Verona

Via Giolfino, 12 (Zona Porta Vescovo)
con*speciale Rebis Show "Povia povia l'olio d'oliva", con Desideria Hudson, Miss Violetta, Lady Deliria, Fenicia Pomposa, Lucilla Hagen, i Go Go Boys e dj Little Star.*e la straordinaria partecipazione delle Sorelle della Perpetua Indulgenza dell'Antico Monastero di Pianeta Urano con i loro preziosi gadget salvapiacere.Nello show ci sarà breve presentazione, un nuovo documentario sulle conversioni e un balletto inedito. A seguire animazione. Le sorelle della perpetua indulgenza terranno un banchetto informativo sull'HIV/MTS e gireranno per il locale a distribuire preservativi invitando i fedeli a... non disperdere il seme.
Per INFO: 338.1067300 - 349.3134852

MUTUO offerta dell'Arcigay

L'Arcigay stà organizzando per il mondo glbt delle offerte per Mutui
  • per cambiare il mutuo. Ridurre la rata e passare al tasso che preferisci, a costi ridotti o nulli.
  • cambiare il prestito o farne uno nuovo.
  • per INFO d.maggi@bhwitalia.it e avvertire che hai ricevoto notizie da Arcigay Arcilesbica VR per ricevere aggevolazioni speciali.

Sabato 21 marzo 2009, ore 22 Cafè Liber

Cafè Liber - corso Vercelli 2, Torino
All'interno del ciclo di incontri "Corpi negati: percorsi e storie di quotidianità", lo Spazio Unilotta in collaborazione con il coordinamento Facciamo Breccia Torino e il Circolo di cultura Gay Lesbica Bisessuale Transgender Maurice presenta:
sabato 21 marzo 2009 alle ore 22,00 presso
il Cafè Liber in corso Vercelli 2 a Torino lo
spettacolo teatrale"Verona Caput Fasci"
scritto da Elena Vanni ed Elio Germano,
interpretato da Elena Vanni e Raimondo Brandi.

Sabato 21 Febbraio NEW ENERGY ore 21 poi ore 23 musica DISCO!




NEW ENERGY!



Serata aperitivo, e buffet nuova stagione di parties dell'Enel, in collaborazione con Arcilesbica e Arcigay VR . E' una serata piena di nuova energia dove ci saranno :dalle 21 alle 23
giochi con i numeri e gara di baci



dopo le 23 serata DISCO con le nostre DJ! Roby e Susy

LGBT ed amici - DANCE MUSIC con HOT DJ e le GIRLS



e la partecipazione di DIVINADELAMUERTE
alle ore 21 Sei invitato/a anche tu e porta tutti i tuoi amici!!!... si parte con un buffet invernale per finire con un fantastico spettacolo di DIVINADELAMUERTE! SCARICA E LEGGI LA LOCANDINA CLICCANDO QUI



Mettiti in lista di Irene, Avril, Paola, Roby...per fare in modo che la prima consumazione costerà 6 euro invece che 10 euro. Il ricavato andrà a finanziare la linea lesbica.



Al CIRCOLO ENEL Via Basso Acquar, 30 (Tra il distributore IP e i Salotti DONDI)



INFO: 349.3134852 e-mail: verona@arcilesbica.it



Serata in collaborazione con: Arcigay Pianeta Urano Verona

Richiesta di Roberta Stefano e R. per entrare a far parte del direttivo Arcigay di Verona:

Mi chiamo Roberta, ho 25 anni e sono lesbica.
Sono entrata a far parte della grande famiglia dell´Arcigay Pianeta Urano di Verona solo dall´autunno 2008. Ciò nonostante ho il desiderio di poter far parte del Direttivo Arcigay e impegnarmi con tutte le forze per questa associazione. Vorrei poter aiutare in modo più attivo, partecipare in prima fila dando il mio piccolo contributo all´aumento delle opportunità per noi gay in una città e in una società non sempre facile.
Sò che la mia esperienza è davvero poca, ma la voglia di riuscire ad essere utile è tanta e pure la voglia di costruire qualcosa che possa servire ad altre persone. Vorrei dare lo stesso sostegno che il gruppo di Pianeta Urano ha dato a me all´inizio e continua tuttora a darmi.
Perché in questo gruppo non ho solo trovato delle persone come me, ma ho trovato tanti amici che mi hanno accolta a braccia aperte. Mi hanno accompagnato, sostenuto e incoraggiato nel mio percorso. Mi hanno fatto trovare la forza e il coraggio di essere sempre orgogliosa di me stessa e della mia sessualità. Per questo vorrei avere l´opportunità di entrare nel direttivo di questa associazione, per aiutare altre persone, per la realizzazione di noi stessi, per far sparire un po´ di quella paura che troppo spesso ci fa nascondere e vergognare. Per dare la possibilità ai ragazzi di trovarsi, parlare e avere un proprio angolo di mondo. Per lottare chiedendo la nostra libertà di esprimerci, confrontarci e vivere pienamente noi stessi.


Complimenti Stefano: Con questa lettera Stefano chiede di far parte del direttivo Arcigay. La sua richiesta viene accolta all'unanimità.
Io Stefano, gay e felice di esserlo, chiedo all'associazione Arcigay pianeta urano con sede a Verona, di entrare a far parte del Direttivo.
Sono arrivato da solo a Verona, fuggito da una situazione familiare tutt'altro che gay-friendly, e forse la mia più grande fortuna è quella di essere entrato a far parte dell'Arcigay, anche adesso ad oltre un anno di distanza mi rendo conto che non sarei riuscito ad inserirmi nella realtà veronese senza di voi, nell'Arcigay ho trovato amici, comprensione ed ho finalmente conosciuto persone con le quali vivere apertamente la mia sessualità, cosa che non ho potuto fare nei miei precedenti 22 anni nonostante i miei numerosi sforzi.
Nell'anno di esperienza che ho già svolto come volontario nella sede veronese di Arcigay ho cercato di inserirmi e collaborare con impegno e costanza a tutte le iniziative che sono state proposte, mi rammarico solo di non essere riuscito a dare tutto l'aiuto che avrei voluto offrire, soprattutto a causa di mie mancanze di capacità.
Che decidiate o meno di inserirmi all'interno del direttivo prometto di impegnarmi per riuscire a rendere più incisiva la mia collaborazione, soprattutto per quanto riguarda l'impegno sui giovani, credendo fermamente che Arcigay possa rappresentare una buona risorsa per loro, per aiutarli a conoscersi e a conoscere la realtà gay veronese ed italiana, a conoscere e a valorizzare le proprie caratteristiche e i propri diritti e a difenderle in un mondo che troppo spesso si sente in diritto di giudicarci solo perchè vogliamo vivere per quello che siamo e che ci sentiamo di essere.
data 28/11/2008
Grazie Stefano. La tua richiesta è stata accolta con un applauso! Buon lavoro! Il Direttivo

Io R. S. , omosessuale e disabile , chiedo di poter entrare nel direttivo del Comitato Provinciale Arcigay Pianeta Urano non per ambizioni o capricci ma per dare un contributo costruttivo all'Associazione a cui , dal 15 Luglio 2008 rinnovando la tessera Arcigay , faccio parte .
Non sò cosa potrò dare , forse manca un progetto per consolidare e raggruppare le persone glbt, forse manca anche un pò più di integrazione tra il solito gruppetto di persone che sono sempre presenti alle serate .
Sò che interagendo di più con l'associazione e avendo un ruolo ben definito, porterò a far emergere di più la personalità gay dentro di me , repressa da un'eccessivo contatto con persone etero e contribuirà a far meturare di più la mia perona perchè nella vita quotidiana non ho mai potuto ambire a qualcosa di più , essendo discriminato per via della mia disabilità .
Quindi se deciderete di farmi avere un ruolo ben definito nel direttivo sarà un' investimento sulla mia persona , maturando e crescendo più avanti potrò dare un'aiuto stabile . Poi ci sarebbe la "questione" Aletheia a Vicenza , potrei fare da tramite tra le 2 associazioni per operazioni congiunte , sempre che siano d'accordo !
In attesa che nel direttivo ci possa essere un'indicazione più precisa sui possibili ruoli - progetti da portare avanti vi saluto .
Tante Buone Cose
Grazie R. parlando al martedì sera abbiamo pensato al telefono dell'associazione da valorizzare ed utilizzare con una persona precisa e sensibile come te!
Il Direttivo

WORKSHOP: SEI ETERO O SEI GAY?

GIOVEDI 28 MAGGIO 2009
ORE 21.00 – 23.00
Per ogni essere umano nel corso della propria esistenza, è essenziale definirsi in molti aspetti del proprio sé, il che equivale a dire “sapere chi sono”.
Per quanto riguarda l’aspetto dell’orientamento sessuale, le persone eterosessuali non hanno il bisogno di definirsi in quanto tali per essere riconosciute, accettate e per potersi vivere, poiché il nostro “sistema società” lo prevede come fatto normale.
Le persone omosessuali, devono passare attraverso varie fasi sia nel rapporto con sé stesse: riconoscere l’omosessualità, accettarla, decidere di viverla, ma anche nel rapporto con gli altri tipo decidere di dirlo o non dirlo ecc.
Tutti questi passaggi, definiti coming out, spesso sono tortuosi, difficili e talvolta sono causa di sofferenza per una persona omosessuale.
Il workshop ha lo scopo di portare i partecipati a misurarsi sul significato del riconoscersi e del definirsi omosessuale e soprattutto sui vissuti che implica tutto questo. Verrà dato ampio spazio anche a mettere a fuoco quelli che sono stati i momenti cruciali nel percorso di coming aut.
La modalità del workshop è esperienziale e prevede lo scambio e la condivisione con gli altri, il racconto e l’ascolto e la libera espressioni di sé tramite il movimento e l’azione.
Il conduttore dell’esperienza è Ermanno Marogna che da anni si occupa di sostegno e aiuto tramite il counseling a gay lesbiche e trans, ma anche a persone vicine come genitori, parenti e amici.
L’incontro si tiene in Via Santa Felicita 9 (zona Ponte Pietra) a Verona.
Partecipanti: minimo 8 e massimo 14 persone.
Per la partecipazione al work shop verrà richiesto un contributo volontario.
Per informazioni e/o per adesioni telefonare ad
Ermanno Marogna 349 4641139 Counselor
oppure scrivere a info@sostegnogay.it - ermannovr@yahoo.it
Studio Sostegnogay Via Santa Felicita 9 - Verona
www.sostegnogay.it

MILK Verona Lgbt Community Center

Il MILK Verona LGBT Community Center è un circolo Arci che si trova in Via Antonio Nichesola 9 a San Michele Extra (Verona )
Vedi il nostro programma su: www.milkverona.it