VERONA incontra STUART MILK - 6 Giugno 2017

VERONA meets
STUART MILK
6 Giugno 2017


Presidente della Harvey Milk Foundation e già consigliere per i diritti civili durante la presidenza di Barack Obama.

17:45 - 19:30
STUART MILK - INCONTRO PUBBLICO CON I CANDIDATI SINDACO

@Mamma Mia Bistrot - Piazza Bra, 20 - Verona

Stuart Milk e le associazioni LGBT invitano la cittadinanza a partecipare all’incontro con i candidati sindaco

20:15 - 22:15
APERICENA CON STUART MILK
In occasione del 2° anniversario del VERONA PRIDE

@Luclà Cafè - Vicolo M. Bentegodi, 4/A - Verona
Incontro aperto al pubblico - Biglietto 7 euro (1 drink + buffet). 
Prevendita disponibile presso Luclà caffè opp. SMS-Whatsapp 
al 3404650507

Organizzano e collaborano: Harvey Milk Foundation, Arcigay Verona, Milk Verona Lgbt Community Center, Arci Verona, Lieviti Aps (Arcigay), Famiglie Arcobaleno Triveneto, Rete degli studenti madi, UDU (Unione degli Universitari - Verona), Luclà Cafè, Mamma Mia Bistrot

Per informazioni:
www.arcigayverona.org - info@arcigayverona.org
FB @Arcigaypianetauranoverona
Twitter: @pianetaurano

Ti do un consiglio gender - questa sera in Borgo Nuovo

Diritti di cittadinanza per una Verona senza discriminazioni
Mercoledì 24 Maggio 2017 - Ore 20.30

Via Monreale, 19 - Borgo Nuovo -Verona

Intervengono:
ROBERTO AERE
candidato al consiglio comunale
per la lista Verona in Comune
per Michele Bertucco Sindaco

MICHELA FACCIOLI
candidato al consiglio comunale
per la lista Sinistra in Comune
per Michele Bertucco Sindaco

MASSIMO PREARO 
sociologo: Il movimento no-gender in Italia

LAURA SEBASTIO
counselor: gender a scuola?? Cosa c’è di vero

Dal 1995 - anno delle famigerate Mozioni omo-bi-transfobiche approvate dall’allora Consiglio comunale - ed ancora vigenti - ad oggi cosa è cambiato e cosa ancora serve. Di fronte ai mutamenti della società ed alle emergenze internazionali i diritti di cittadinanza devono estendersi alle molteplici e differenti identità, alle persone migranti, alla condizione di precarietà. Analisi e proposte delle associazioni lgbt.

RAINBOW LIBRE!

Speciale serata di eventi in occasione dell’
INTERNATIONAL DAY 
AGAINST HOMOPHOBIA TRANSPHOBIA & BIPHOBIA
RAINBOW LIBRE!
Mercoledì 17 Maggio 2017
Ore 19:00
Presso la Libreria LIBRE
VIA SCRIMIARI 51B  - Zona Veronetta VERONA

Milk e Libre!  vi presenteranno il libro 
“Farà nebbia. Romanzo Partigiano” 
di Stefano Paolo Giussani,che sarà presente alla serata 
e dialogherà con Emiliano Corsi e il pubblico.

Amnesty International
vi proporrà la sua petizione “Cecenia: uomini sospettati di omosessualità rapiti, torturati e uccisi”

Spazio Solidale e Arci
vi porteranno gli atti conclusivi del percorso di formazione per volontari “Diversi/Uguali”.

E a concludere, l’immancabile AperiLibrecon vino e  stuzzichini vari!

30 ans déjà...

Trent'anni fa, nella notte fra il 2 e il 3 maggio 1987, ci lasciava Dalida.


Per commemorarla vi regaliamo la traduzione dell'articolo di Jérémy Patinier apparso a gennaio su TÊTU, il principale magazine francese di cultura e attualità LGBT.

Ma perché i gay amano così tanto Dalida?

Cosa c’è di così speciale in questa diva da farci sognare tanto? Molti pensano che Dalida sia apprezzato dai gay per il suo glam e le sue paillettes. Ed è vero. Ma sarebbe molto riduttivo accontentarsi di questa risposta.

Sono 30 anni che se n’è andata. Ma è ancora la regina: quest’anno è uscito in tutto il mondo il film di Lisa Azuelos e il Palais Galliera a Parigi le ha dedicato un’immensa retrospettiva... Un'icona universale che contava e conta ancora fra il suo pubblico una grande percentuale di gay.

Dalida, la donna impegnata

Per essere un'icona gay, devi prima essere una “frociara”. Sorella di Orlando, il suo manager che non ha mai fatto mistero della sua omosessualità; amica di Pascal Sevran (che per lei ha scritto «Il venait d’avoir 18 ans» che in italiano diventò semplicemente “18 anni”) o di Bertrand Delanoë (sindaco di Parigi dal 2001 al 2014, pungalato nel 2002 per motivazioni omofobe): Dalida era circondata da gay. Ha cantato due canzoni che citano l'omosessualità: «Pour ne pas vivre seul» (del 1972, ma la citazione è stata leggermente edulcorata nella versione intaliana, “Per non vivere soli”) e «Depuis qu’il vient chez nous» (del 1979). Nel 1982 ha anche sostenuto RadioFréquence Gay. Impegnata politicamente e socialmente, non ha esitato nel gennaio 1980, in un telegiornale, a interrogare un senatore sullo stato di avanzamento di un eventuale progetto di legge sulla depenalizzazione dell'omosessualità. Legge che farà passare Mitterrand, di cui era una cara amica.

Dalida, la "Drama Queen"

Prima di essere la regina della disco e del suo look alla Las Vegas, Dalida ha mobilitato milioni di persone durante le sue tournée. Fasciata in un semplice abito bianco, sapeva interpretare titoli sobri e impegnati come «Avec letemps» o «Je suis malade»
Da quell’istante i gay sono stati soggiogati dal suo carisma, la sua femminilità di maniera e il suo destino tormentato.

Lo psicoanalista Joseph Agostini tratta la questione in "Dalida sur le divan": «Dalida è la prima icona, quella che ha aperto la strada a tutte le altre. Si è donata al suo pubblico come un simbolo, fino alla fine, assumendosi fino all'eccesso il suo status di star. Ha coltivato l’estetica del suicidio dicendo che se ne sarebbe andata quando si sarebbe sentita stanca della vita. Ed è come se avesse pianificato il suo destino, recitando la sua vita come un'opera d'arte. In questo senso, è unica. Interessarsi a Dalida su un piano psicoanalitico vuol dire occuparsi di androginia, fascino della morte e della bellezza, della verità delle canzoni popolari. Vuol dire interessarsi di una donna che, in trent'anni di carriera, è stata interprete impegnata, showgirl, cantante orientale, attrice».

Dalida è l’avere tutto per poter essere felice e il finire sola, senza aver trovato il vero amore della propria vita, il constatare che all'età di 54 anni la solitudine può ancora perseguitarci... un’ossessione particolare per ogni gay (perché è più difficile costruire un rapporto a due quando l’omofobia sociale nega costantemente questo diritto, per tutta la vita).

Secondo Joseph Agostini:
«I gay hanno eletto Dalida! L’hanno inconsciamente scelta per essere LA Donna. Ha una voce profonda, bassa ma morbida e carezzevole allo stesso tempo. Ha un fisico sensuale ma allo stesso tempo forte, a momenti quasi maschile. Lei è la mater dolorosa che soffre per la morte dei suoi amanti e la diva nei suoi abiti sbrilluccicanti. È tutto lì, in potenza, per affascinare questi uomini ‘particolari’ che assaporano la sua presenza come si gusta un'opera d'arte».

Dalida, la nostra amica

Per i gay identificarsi
con Dalida è facile; è spesso imitata anche nei cabaret dei ‘trasformisti’. È l'archetipo della drag-queen. Tragica, diva, glamour a volontà: i gay amano identificarsi con le persone che, forgiate dalle difficoltà, a volte fino alla morte, sanno sublimare le loro ferite per creare e diventare icone amate, poiché molti gay hanno sperimentato lo stigma sociale, perfino a scuola. Mylène Farmer, Madonna e Kylie Minogue sono venerate, glamour, femminili, tenebrose, innamorate e infelici, sensibili, fatali, etc.

Esse inviano agli omosessuali un’immagine di perfezione e di fragilità, di coraggio e anche di stile. Sono l’esatto contrario della persecuzione, della disistima e della mancanza di fiducia in sé.
Le nostre icone sono le nostre bambole catartiche, le nostre madri e le nostre sorelle, mamme e puttane, modelli, come vorremmo essere (a volte) e che vorremmo anche come amiche.

Dalida, più di ogni altra, è ancora l'icona gay per eccellenza.

 

L'ULTIMA CENA AL MILK... Prima di partire verso una nuova destinazione

Sabato 22 Aprile, alle 20.30, i #FornelliQueer
a partecipare a
L' ULTIMA CENA AL MILK
Prima di partire tutt' insieme verso una nuova destinazione


RICCO MENU' A SORPRESA...
ovviamente sempre compresi vegetariani e vegani

Offerta 15,00 
Iniziativa a sostegno delle attività ed iniziative di Milk Lgbt Community Center e per il trasloco.

Anche  in quest'occasione, sarà inoltre possibile, per chi lo desidera, rinnovare la tessera Arci/Arcigay, convenzionata con numerose associazioni ed esercizi a livello territoriale e nazionale.

Info e prenotazioni 380 6592086
info@milkverona.it


Dove? c/o MILK Verona LGBT Community Center Via Nichesola, 9 - 37132 Verona (S.Michele Extra - Piazza del Popolo)

Addio GILBERT, creatore della nostra bandiera.

È morto il 30 Marzo all’età di sessantacinque anni – Gilbert Baker, l’artista americano che ha creato la rainbow flag, la bandiera arcobaleno assurta a simbolo del movimento Lgbt mondiale. Lo riferisce Cleve Jones, suo amico, che ha dato la notizia su Twitter. Originario del Kansas, nato in una famiglia benestante (il padre fu un giudice, la madre insegnante), si trasferì a San Francisco negli anni in cui si stava sviluppando la gay community locale. IL CREATORE DELLA BANDIERA A SEI COLORI baker-flaggUna carriera, la sua, a metà strada tra creatività e attivismo politico. Impegnato in prima linea nel movimento pacifista, è famoso per aver ideato la bandiera arcobaleno.

QUEER VISION 5... Si riparte!

Da domani, 28 marzo 2017 si riparte! Quinta Edizione del QUEER VISION. Primo fil in programma: RARA dalle 20.30 alla Multisala Rivoli in Piazza Bra a Verona. 
Guarda il programma completo.

TRANS. Storie di ragazze XY - Presentazione libro di Monica Romano al MILK

18 Marzo 2017 - Presentazione del libro "Trans. 

Storie di ragazze" di Monica Romano al Milk Verona

Il 18 Marzo 2017 Monica Romano (Web - Facebook) presenterà al Centro MILK LGBT Community Center (Web - Facebook) di Verona il suo libro Trans. Storie di ragazze XY (Web - Facebook), romanzo ispirato alla sua vita pubblicato nel 2015.
Esperta in amminiatrazione del personale impiegata in uno studio di consulenza del lavoro, si è laureata in Scienze Politiche nel 2007 con una tesi sulla discriminazione delle persone transgender nella società contemporanea. Nel 2008 ha pubblicato sul medesimo argomento il libro Diurna. La transessualità come oggetto di discriminazione (Web), ed il romanzo che presentiamo è il suo secondo libro.

Esponente di spicco del movimento trans milanese, di cui fa parte dal 1999, anticipiamo solo che dal 2013 facilita un gruppo di auto-mutuo-aiuto ed autocoscienza per le persone trans e di genere non conforme presso il Circolo Culturale TBGL Harvey Milk Milano (Web - Facebook), e che nel 2016 è stata candidata al Consiglio Comunale di Milano per la lista Sinistra x Milano (Web - Facebook).

4.3.2017 - TEST HIV, ANONIMO, GRATUITO e rapido presso il MILK LGBT CENTER VERONA

TEST HIV, ANONIMO, GRATUITO e rapido presso il MILK LGBT CENTER VERONA
PROSSIMO APPUNTAMENTO - Sabato 4 Marzo - 15.30- 19.30

◆ OGNI PRIMO SABATO DEL MESE C/o MILK LGBTQI CENTER presso la nostra sede in via Antonio Nichesola, 9 a Verona, San Michele Extra (Vicino a Piazza del Popolo)

Dalle ore 15:30 alle 19:30, sarà possibile effettuare il TEST RAPIDO a goccia di sangue per l'HIV.

Il personale medico e i volontari di GASP! e ARCIGAY VERONA PIANETA URANOsaranno a tua disposizione per effettuare il test e consegnarti il risultato ENTRO POCHI MINUTI.
Saranno inoltre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o chiarimento riguardo le modalità di prevenzione e trasmissione del virus.

Il test è completamente GRATUITO ANONIMO.

LA CENA DELLE BELLE E DELLE BESTIE

Che tu ti senta bella o che ti senta bestia... a noi non importa!

TI ASPETTIAMO!!!

Sabato 25 Febbraio 2017
LA CENA DELLE BELLE E DELLE BESTIE
Degender Dinner


Alle ore 20.30 

Squisita CENA DI CARNEVALE con cretivi piatti e manicaretti preparati dalle nostre cuoche e cuochi del gruppo FORNELLI QUEER MILK. Cibi della cucina tradizionale con specialità etniche, vegetariane, vegane, dolci e bevande. CENA CON SERVIZIO AL TAVOLO.

Sportello LGBTI Migranti - Si riparte!

Si Riparte! Riattivazione dello SPORTELLO LGBTI MIGRANTI VERONA. Servizio di accoglienza per cittadin* MIGRANTI LGBTI. L'Esperienza dello SPORTELLO MIGRANTI LGBTI di Verona è stata portata avanti con successo nel triennio 2010-2013 da diverse associazioni e gruppi LGBT e non di Verona. Dopo un periodo di alcuni anni d'inattività si riparte. Primo appuntamento: Mercoledì 22 Febbraio 2017 dalle ore 20.30 presso il MILK VERONA LGBTQI COMMUNITY CENTER in via Antonio Nichesola, 9 a Verona (San Michele Extra). Il servizio di supporto, assistenza ed accoglienza è garantitito da un gruppo di volontarie e volontari grazie al supporto e alla collaborazione del Comitato territoriale Arcigay Verona - Pianeta Urano e del MILK Verona Lgbt Community Center. Quando e dove: Ogni ultimo mercoledì del mese dalle ore 20:30 alle 22:30 via Antonio Nichesola, 9 a Verona (San Michele Extra).

Love Film Fest - Aspettando il Queer Vision - TUTTO SUA MADRE

Aspettando la prossima edizione del QUEER VISION, vi informiamo che a Verona inizia il LOVE FILM FEST. Mercoledì 8 Febbraio alle ore 18.00 in collaborazione con il MILK LGBTQI Center e la Multisala Rivoli, sarà proiettato il film: TUTTO SUA MADRE di Guillame Galliene - 2013
Un ambiente alto-borghese con i suoi tradizionalismi e le sue stravaganze, una famiglia con una madre di forte tempra e autorità che ha tre figli maschi ma all’ora dei pasti li chiama “Ragazzi e Guillaume, a tavola!”. Un figlio, appunto Guillaume, che vive infanzia e adolescenza alla luce di quella chiamata a tavola nella quale non legge una discriminazione ma una preferenza, una speciale sintonia che lo induce a imitare il modello materno, ad avvicinarglisi il più possibile, ad essere come lei, ad essere donna.

Dettagli ed informazioni su:
http://lovefilmfest.it
http://lovefilmfest.it/elenco-film/tutto-sua-madre/

CIAO, ALESSANDRO...

Gli amici e gli attivisti di Milk Verona
Mi tocca dare la tristissima notizia della morte di Alessandro Rizzo, amico e collaboratore di questo blog e de Il Simposio di cui è stato uno dei fondatori ed entusiasti animatori.
Alessandro è scomparso improvvisamente domenica scorsa, ma io l'ho saputo solo poco fa.
Proprio domenica mi aveva inviato dei suoi articoli per la pubblicazione.
Aggiungo solo che Alessandro mancherà a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di poter fare progetti con lui.
Era una persona davvero disponibile e un attivista per i diritti GLBT sempre attento e partecipe.
Alessandro era nato il 7 novembre 1977.
- See more at: http://www.paroleglbt.info/2017/01/rip-alessandro-rizzo.html?utm_content=buffer9a770&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer#sthash.DZLcENVQ.dpuf
Mi tocca dare la tristissima notizia della morte di Alessandro Rizzo, amico e collaboratore di questo blog e de Il Simposio di cui è stato uno dei fondatori ed entusiasti animatori.
Alessandro è scomparso improvvisamente domenica scorsa, ma io l'ho saputo solo poco fa.
Proprio domenica mi aveva inviato dei suoi articoli per la pubblicazione.
Aggiungo solo che Alessandro mancherà a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di poter fare progetti con lui.
Era una persona davvero disponibile e un attivista per i diritti GLBT sempre attento e partecipe.
Alessandro era nato il 7 novembre 1977.
- See more at: http://www.paroleglbt.info/2017/01/rip-alessandro-rizzo.html?utm_content=buffer9a770&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer#sthash.DZLcENVQ.dpuf

L'UOMO CHE CADE di Marino Buzzi

Sono divisi nel carattere e separati dal destino, Federico e Marco.
Finito d'improvviso l'idillio con Federico, Marco cerca di restare aggrappato ad una vita che non gli appartiene più. E di rimettere tutto in discussione...

Dopo aver narrato la piaga del bullismo in L'ultima volta che ho avuto sedici anni (ed.Baldini&Castoldi, 2015),con questo suo nuovo romanzo, Marino Buzzi s'addentra con coraggio e sensibilità in un'imprevedibile storia d'amore, illusione e rinascita.

Il "Gruppo Cultura & Cinema Lgbt" di Milk Verona e "Libre" vi attendono per la presentazione di L'uomo che cade (ed.Mursia, 2016), che sarà introdotto da Emiliano Corsi alla presenza dell'autore.

Giovedì 12 gennaio ore 18.00
presso "Libre", via Scrimiari 51 B,
Verona (zona Veronetta/Piazza Isolo)



Ciccate sul blog dell'autore: 
http://cronachedallalibreria.blogspot.it/2016/09/luomo-che-cade.html
e sui nostri social
https://www.facebook.com/Milkcenterverona/
https://www.facebook.com/LibreVerona/

MILK Verona Lgbt Community Center

Il MILK Verona LGBT Community Center è un circolo Arci che si trova in Via Antonio Nichesola 9 a San Michele Extra (Verona )
Vedi il nostro programma su: www.milkverona.it